Here's a great tip:
Enter your email address and we'll send you our weekly magazine by email with fresh, exciting and thoughtful content that will enrich your inbox and your life, week after week. And it's free.
Oh, and don't forget to like our facebook page too!
Contattaci

Sheminì in Breve

Sheminì in Breve

Levitico 9:1-11:47

 Email

Aharòn e i suoi figli iniziano ad officiare il loro ruolo di kohanìm, sacerdoti, nell’ottavo giorno che segue i “sette giorni d’inaugurazione”, un fuoco Divino consuma tutte le offerte sull’altare e la Shechinà, la Presenza Divina, si posa sul Santuario.

I due figli maggiori di Aharòn, Nadav e Avihu, offrono un “fuoco strano davanti a D-o che Egli non aveva ordinato” e muoiono davanti a D-o. Aharòn reagisce alla tragedia rimanendo in silenzio. Moshe e Aharòn si trovano in disaccordo su un aspetto della legge che concerne i sacrifici, Moshe ammette che Aharòn ha ragione.

Il Sign-re comanda di osservare le leggi della kashrùt e identifica le specie di animali permesse e quelle non permesse. Animali possono essere consumati solo se hanno lo zoccolo spaccato e se sono ruminanti, i pesci devono avere pinne e squame. La Torà elenca gli uccelli non kasher e offre una lista di insetti kasher (quattro tipi di locuste difficilmente identificabili oggi).

La parashà di Sheminì tratta anche delle leggi della purezza famigliare e del potere del mikvè, ed esorta i figli d’Israele a differenziare tra l’impuro e il puro.

© Copyright, tutti i diritti riservati. Se ti è piaciuto questo articolo ti incoraggiamo a condividerlo con altri, attendendosi alle regole di copyrightdi it.Chabad.org.
 Email
Start a Discussion
1000 Caratteri restanti