Here's a great tip:
Enter your email address and we'll send you our weekly magazine by email with fresh, exciting and thoughtful content that will enrich your inbox and your life, week after week. And it's free.
Oh, and don't forget to like our facebook page too!
Contattaci

La Saggezza del Gallo

La Saggezza del Gallo

 Email

Le preghiere del mattino iniziano con un ringraziamento a D-o per le nostre necessità basilari, per la vista, l’abilità di camminare, per i vestiti, le scarpe e altre cose essenziali. Tuttavia c’è una benedizione che sembra un po’ diversa dalle altre. È quella di ‘hanotèn lasechvì binà lehavchìn ben yom u’ven layla” – ovvero “..Che dà al gallo la comprensione di distinguere tra il giorno e la notte”.

Ci sono due aspetti poco comprensibili in questa benedizione. Inanzitutto, le altre benedizioni di questa sezione delle preghiere mattutine ringraziano D-o per il fatto che si occupa delle nostre necessità basilari. Sebbene il fatto che i galli cantino all’inizio della giornata sia un fenomeno notevole, non sembra essere una necessità fondamentale. Inoltre, non è molto difficile notare la differenza tra la luce ed il buio, come mai quindi la necessità di una comprensione particolare per saper distinguere tra il giorno e la notte?

Una volta un amico condivise un pensiero secondo me molto profondo. Nonostante il gallo canti all’inizio di ogni giorno, esso canta prima che faccia luce. Quando percepisce l’arrivo dell’alba e che la luce sta per arrivare per sostituire il buio, allora fa sentire il suo canto, l’allarme primordiale...

In ogni giornata ci sono periodi di luce – chiarezza, benedizione, pace dello spirito e prosperità – ma ci sono anche momenti di buio – di sfida, confusione e difficoltà. Ci vuole una forza speciale per non lasciarsi travolgere dai momenti di sfida, ci vuole maturità per guardare al di là del buio e vedere la luce che ci aspetta. Una persona saggia impara dal gallo. Sa che il buio è solamente temporaneo e che la luce sta arrivando. Il gallo è un simbolo di un atteggiamento colmo di ottimismo, speranza e fede. Il gallo ci insegna a prevedere e festeggiare la benedizione prima ancora che essa si realizzi.

Ogni giorno ringraziamo D-o per la saggezza del gallo, poiché è proprio questa che ci darà la forza di affrontare ogni parte della giornata.

Di Rav Michoel Gourarie, direttore di Bina a Sydney, Australia, per gentile concessione di Chabad.org

Da Pensieri di Torà, una pubblicazione settimanale pubblicata da Chabad a Viale Libia Roma
© Copyright, tutti i diritti riservati. Se ti è piaciuto questo articolo ti incoraggiamo a condividerlo con altri, attendendosi alle regole di copyrightdi it.Chabad.org.
 Email
Unisciti al dialogo
1000 Caratteri restanti
Email me when new comments are posted.