Here's a great tip:
Enter your email address and we'll send you our weekly magazine by email with fresh, exciting and thoughtful content that will enrich your inbox and your life, week after week. And it's free.
Oh, and don't forget to like our facebook page too!
Contattaci

Parshat Tetzavé

Parshat Tetzavé

Esodo 27:20-30:10

 Email
Olio d'oliva, oro, lana, lino...
Farai… le assi di legno. Avrebbe dovuto dire assi di legno, cioè senza l’articolo determinativo, come in genere è detto per le altre parti del Tabernacolo. Allora perché è scritto: le assi?
L’anima nuda è un’energia spirituale grezza, che non può esprimersi nel mondo fisico senza una veste,
Per chi studia, la Torà è un lume acceso, e più studia più il lume è acceso in modo proporzionale
Il fatto che il nome di Moshè manca nella parashà non rappresenta una debolezza ma una forza.
Il fatto che il nome di Moshè manca nella parashà non rappresenta una debolezza ma una forza.
Il nome serve solamente ad essere individuato e distinto dagli altri, ma in teoria si potrebbe vivere anche senza un nome.
"E tu comanderai ai figli di Israèl" viene pronunciato con il verbo all’imperativo «Tetzavé-comanderai» che ha anche un altro significato: connettere
il popolo di Israele è interpellato per «innalzare un lume perpetuo» eterno e inalterabile e questo lume deve ardere e proiettare la sua luce «dalla sera al mattino»,
Lo Shabbàt prima di Purìm vige l’importante mitzvà di ascoltare la lettura della Parashàt Zachòr. Il brano narra l’attacco subìto nel deserto dagli ebrei da parte del popolo di ‘Amalèk, nemico giurato di Israele. La lettura precede la festa di Purìm perché Hamàn era discendente di ‘Amalèk.
Le campanelle che pendevano dall’orlo della veste del Sommo Sacerdote erano una parte indispensabile del suo servizio
La forza spirituale dell’ebreo si traduce in forza fisica, poiché D-o protegge i Suoi figli quando seguono le Sue vie