Here's a great tip:
Enter your email address and we'll send you our weekly magazine by email with fresh, exciting and thoughtful content that will enrich your inbox and your life, week after week. And it's free.
Oh, and don't forget to like our facebook page too!
Contattaci

Parshat Ki Tissà

Parshat Ki Tissà

Esodo 30:11-34:35

 Email
Censimenti, tavole rotte e tavole nuove, vitello d'oro...
Le lettere incise su una pietra invece sono forgiate in essa: le parole sono pietra e la pietra diventa parole.
La trasgressione indubbiamente influisce negativamente sul legame tra l'uomo e il Creatore. Esiste però un aspetto di questo legame che è ancora più profondo e diretto, che nulla può intaccare.
Se egli avesse dato la Torà agli ebrei in quel frangente, essi sarebbero stati tutti condannati a morte, perciò Moshè ruppe le Tavole della Legge per salvare la vita del suo popolo
Quando Mosè salì sul Sinai la natura del suo corpo cambiò e diventò come quello degli angeli
Guardiamo di nuovo il commento di Rashì: Moshè alludeva al fatto che “Tu, Sign-re, ha dato al popolo tanto oro esponendolo alla tentazione di farne poi cattivo impiego”
Il verbo scolpire in ebraico si dice «psol» che significa anche «inferiore»
Nachmanide, Rashi e lo Zohar sull'argomento.
Qual’è il significato delle sue parole “se no cancellami dal libro che hai scritto”
Mosè preparò anche gli incensi, i ketoret, utilizzando undici spezie secondo le indicazioni di D-o. L’incenso doveva ardere quotidianamente all’interno del Padiglione, davanti all’Arca
Si teme che la gente possa dire: «È un uomo all’antica. Non è adatto a vivere in quest’epoca moderna. Non la capisce».
Questo brano descrive il processo di purificazione da intraprendere per diventare puri dopo il contatto con la morte, per poter accedere al Santuario ed effettuare il sacrificio pasquale.
La mistica ebraica distingue due modi in cui l’uomo e D-o s’incontrano: it’arùta del’èla – risveglio dall’alto – e it’arùta del’tàta – risveglio dal basso.