ב"ה

La Mitzvà del Giorno

Giorno 135: Precetto positivo 127, 128; Precetto negativo 152

Mostra il testo in:

Mitzvà positiva 127
La prima decima

"Ma le decime dei Figli d'Israele che essi offrono a D-o come regalo..."—Numeri 18:24.

È mitzvà separare una decima parte del nostro raccolto e darla ad un Levita.

Questo precetto biblico viene osservato solo in Eretz Israel.

Mitzvà positiva 128
La seconda decima

"Sicuramente darai la decima di tutto il prodotto dal tuo seme che il campo produce ogni anno"—Deuteronomio 14:22.

È mitzvà mettere da parte una "Seconda decima" [dal nostro raccolto, oltre alla Prima Decima che si da ai Leviti].

Alcune delle regole inerenti a questa decima:

  • I prodotti agricoli vanno portati a Yerushalayim e consumati lì dai proprietari.
  • Se è difficile trasportare il prodotto a Yerushalayim per via della distanza dalla propria città, il prodotto può essere 'riscattato' con soldi. Si portano questi soldi a Yerushalayim e li usano per comprare cibo che va mangiato a Yerushalayim.
  • Se il proprietario riscatta la decima deve aggiungere un'ulteriore 25% al valore monetario del prodotto.
  • Questo precetto viene osservato solo durante l'era del Tempio.
  • Questo precetto biblico viene osservato solo in Eretz Israel.

Mitzvà negativa 152
Usare I soldi della Seconda Decima

"Nè ho dato di esso per i defunti"—Deuteronomio 26:14.

È proibito comprare qualsiasi oggetto tranne cibo o bevandecon i fondi della Seconda Decima.

Il Midrash spiega che il verso "Nè ho dato di esso per i defunti" riguarda l'uso dei fondi per comprare una bara e un sudario. Nonostante sia mitzvà comprare questi oggetti, non si possono usare i fondi della Seconda Decima per altri acquisti.

Questa pagina contiene testi sacri, per favore trattala con rispetto.
La parashà
Parshah Chayè Sarà
Questa pagina in altre lingue