ב"ה

La Mitzvà del Giorno

Day 8: Negative Commandment 64; Positive Commandment 8, 6, 206

Mostra il testo in:

Mitzvà negativa 64
Mettere D-o alla prova

"Non mettere D-o alla prova"—Deuteronomio 6:16.

Quando un profeta è stato appurato come un profeta autentico, sia dopo aver predetto il futuro accuratamente in diverse occasioni oppure tramite la testimonianza di un altro profeta consolidato, è proibito metterlo alla prova o mettere in dubbio le sue parole.

Mitzvà positiva 8
Emulare D-o

"E cammina nelle Sue vie"—Deuteronomio 28:9.

Siamo ingiunti ad emulare le abitudini di D-o. Come spiega il Midrash, "Così come D-o è misericordioso anche tu dovresti essere misericordioso; come D-o è generoso anche tu dovresti essere generoso; D-o è giusto e anche tu dovresti essere giusto; D-o è pio, e anche tu dovresti essere pio".

Mitzvà positiva 6
Stare vicini ai saggi

"And cleave to Him"—Deuteronomy 11:22.

La Torà ci istruisce di interagire con i saggi spesso, di mangiare dei pasti con loro, fare affari ecc. IN questo modo seguiremo il loro buon esempio.

Il verso ci dice di “attaccarci” a D-o, ma è possibile attaccarsi a D-o che è paragonato a un fuoco intenso? Piuttosto, il significato è che dobbiamo avvicinarci agli studiosi di Torà, i talmidè chachamìm.

Mitzvà positiva 206
Amare il prossimo

"Ama il tuo prossimo come te stesso"—Levitico 19:18.

Siamo ingiunti ad amare e occuparci del nostro prossimo Ebreo allo stesso modo nel quale amiamo noi stessi. Dovremmo stimare il nostro prossimo e i suoi averi come faremmo con i nostri. Qualsiasi cosa auguriamo a noi stessi, dovremmo augurare all’altro; e ciò che non piace a noi non dovremmo augurare all’altro.

La parashà
Parshah Bechukotai
Questa pagina in altre lingue