La situazione è diversa, tuttavia, se si tratta di qualcosa che dipenda dal cuore, come il disprezzare il male nel proprio cuore ed aborrirlo con un odio senza compromessi, o sia pure in un modo non così assoluto.1 Non si può raggiungere questo, in modo effettivo e completo, se non con un grande ed in tense amore di D-o, del genere dell'amore "fra le delizie" e della gioia in D-o, che è simile al Mondo a Venire. Di questa esperienza i Rabbini dissero:2 "Vedrai il tuo mondo durante la tua vita"3; e non ogni uomo può raggiungere questo stato, poichè ciò ha le caratteristiche di un dono concesso per grazia così come sta scritto: "lo vi darò l'uffì'cio di sacerdoti come un incarico concesso in dono",4 come è spiegato altrove.5 Perciò Giobbe disse: "Tu creasti gli tzaddiqìm,”6ecc. Si può anche trovare nei Tiqqunè Zohar7che fra le anime di Israele ci sono molte gradazioni e distinzioni: uomini pii, uomini forti che raggiungono il dominio sui propri impulsi, studiosi della Torà, profeti ecc., tzaddiqìm ecc. (Rilevatele da lì).