Il mese di Elul è il mese della resa dei conti.

Nel mondo materiale, l'imprenditore che vuole ottenere buoni profitti con onestà deve fare periodicamente un resoconto delle attività per correggere eventuali carenze.

Succede allo stesso modo con la avodà spirituale, nel servizio a D.o.

Durante tutto l'anno tutti gli ebrei sono occupati con la Torà e le mitzvòt per migliorare la avodà e i propri tratti spirituali e caratteriali.

Il mese di Elul è il mese della resa dei conti, quando ogni Ebreo, secondo le sue capacità, sia studioso o imprenditore, deve fare un rendiconto preciso nella sua anima di tutto ciò che si è verificato nel corso dell'anno.

Ciascuno deve identificare il buono nel suo servizio a D.o per fare ancora meglio e, allo stesso tempo, cercare eventuali carenze per correggerle, essendo ben consapevoli che è quasi impossibile che non ci siano.

Grazie a questa preparazione eccellente, uno merita di avere un buono e dolce anno, materialmente e spiritualmente.