In Breve

Quando: Inizia la sera del 27 Settembre e finisce dopo il tramonto il 29 Settembre, 2021

Cosa: Sheminì Atzeret è una festività indipendente che cade subito dopo la festività di Sukkòt. In Israele dura un giorno, nella Diaspora dura due giorni, ed il secondo giorno è conosciuto come Simchàt Torà. È una festività molto gioiosa che culmina nel giorno di Simchàt Torà, quando si festeggia la conclusione e il riavvio del ciclo annuale della lettura della Torà.

Come si festeggia: I due giorni sono considerati moèd, festività, quando gran parte delle attività quotidiane non sono permesse. Donne e ragazze accendono candele di sera, si fa il kiddùsh, l’hamotzì e si mangiano pasti festivi. Non si lavora, non si usa la macchina né oggetti elettroinici. Si può cucinare usando una fiamma accesa prima dell’inizio di moèd e si possono trasportare oggetti permessi fuori (se moèd non coincide con Shabbat).

L'orario per l'accensione delle candele di Sheminì Atzeret / Simchàt Torà

Sheminì Atzeret

Nel primo giorno, Sheminì Atzeret, si aggiunge la preghiera per la pioggia, un momento che segna l’inizio della stagione delle pioggie in Israele e le comunità Ashkenazite dicono la preghiera di Yizkòr, in ricordo dei propri cari defunti.

Essendo questa una festività indipendente, non si menziona Sukkòt nelle preghiere e nella Birkàt Hamazòn nè si fa la benedizione sulle Quattro Specie. Si usa mangiare il pasto festivo nella Sukkà, senza dire la benedizione inerente.

Come si festeggia Sheminì Atzeret

Simchat Torà

Il momento clou del secondo giorno, Simchà Torà, la gioia della Torà, è quello delle hakafòt quando si balla e si marcia con i Sifrè Torà attorno alla bimà sia la sera che la mattina (in molte sinagoghe si fanno le hakafòt anche la sera di Sheminì Atzeret).

In questo giorno è usanza che ogni uomo partecipi nella gioia venendo chiamato per un’aliyà, una salita al Sefer, perifno i bambini hanno un’aliyà collettiva.

Immediatamente dopo aver letto l’ultima aliyà si inizia di nuovo con la lettura di Bereshìt, il Libro di Genesi (usando un secondo Sefer Torà), questo perché non appena abbiamo finito di studiare la Torà, la saggezza di D-o, ci tuffiamo nuovamente in essa, per approfondirne le interpretazione ed arrivare a nuovi orizzonti.

In Eretz Yisrael le usanze di questa festività vengono osservate in un giorno solo.