La notte che precede la vigilia di Pesach, si fa una ricerca formale del chametz per la casa, alla luce di una candela. Si usa andare alla ricerca di 10 piccoli pezzi di chametz, precedentemente distribuiti per tutta la casa, ognuno avvolto nella carta per non spargere le briciole.

Prima della ricerca, si recita la seguente benedizione:
“Barukh Ata Ado-nay Elo-H-enu Melekh Ha’olam Asher Kideshanu Bemitzvotav Vetsivanu ‘Al Bi’ur chametz”

“Sia benedetto Tu, Signore D-o nostro, Re del mondo, che ci hai santificato con i Suoi comandamenti e ci ha comandato di eliminare il chametz”.

La ricerca:

Dopo questa benedizione, si prende la candela accesa e si cerca il chametz in ogni stanza ed in ogni parte della casa dove si potrebbe trovare del chametz, come la cantina, la soffitta, il garage o la macchina. Poi, si prende tutto il chametz trovato, lo si copre attentamente, e lo si mette in un luogo bene in vista per essere bruciato il mattino seguente.

Allo stesso modo, si mette da parte anche il chametz che si intende vendere o consumare al termine della festa. La ricerca deve essere eseguita anche nel proprio luogo lavorativo, per esempio l’ufficio. A ricerca conclusa si recita:

“Kol ‘hamira va’hami’a deika birshuti dela hamite udla bi’arteh udla yeda’na leh libatel vedehave hefker ke’afra dear’a”.

“Tutto il lievito o tutte le sostanze lievitate che si trovano in mio possesso che io non abbia visto o eliminato e di cui non sia al corrente, saranno considerate nulle e di nessuno, come la polvere della terra”.

La vigilia di Pesach si brucia il Chametz, clicca qui per informazioni ed istruzioni.